BaSe Bacheca Semiologica

Cosa è BaSe Bacheca Semiologica: il manifesto

BaSe Bacheca Semiologica si propone come un contenitore aperto di testi e temi archivistici: è un luogo in cui libri e testi sono veicolo di commento, ragionamento e discussione, uno spazio aperto di esplorazione che parte dagli archivi e raggiunge e coinvolge comunità e persone.

BaSe è uno spazio di confronto per coloro che, a diverso titolo, si occupano o vorrebbero occuparsi di archivi.

BaSe organizza un calendario di eventi quindicinali pubblici: a partire dal tema del post in bacheca introdotto dagli autori, in ogni incontro si confrontano il moderatore e i discussant e il pubblico può partecipare in diretta con commenti live.

Gli appuntamenti sono dei post affissi in bacheca: live di un’ora, il giovedì dalle 18 alle 19, con cadenza quindicinale. Dal 4 febbraio.

BaSe Bacheca Semiologica nasce da un’idea di Annalisa Rossi sviluppata con Lorenzo Pezzica e Federico Valacchi.

Le Soprintendenze Archivistiche e Bibliografiche di Lombardia, Basilicata, Campania e Puglia sono i partner istituzionali del progetto.

Pensano, lavorano, disegnano, scrivono e supportano l’organizzazione del progetto BaSe in tutte le sue declinazioni Paola Ciandrini, Giorgia Di Marcantonio, Gabriele Locatelli e Salvatore Renna.

Supportano BaSe Archivistica Attiva e Ibridamente.it.

BaSe: come e quando

27 gennaio ore 18 LIVE presentazione:
Dal 4 febbraio ore 18 LIVEappuntamenti quindicinali:
Notizie e post di BaSe:
Il manifesto di BaSe
La locandina di BaSe